Costituzione SRL semplificata, tutti i vantaggi

Costituzione SRL semplificata, tutti i vantaggi

1 Giugno 2021 Off di Oscar Ianello

Oggi per riuscire ad avviare un’attività imprenditoriale in Italia è possibile scegliere tra diversi assetti societari. Uno dei più richiesti del momento, come rilevato da LexDo, è proprio la srls o meglio srl semplificata.

In molti hanno sentito parlare della SRL o società a responsabilità ordinaria, ma sempre di più si interessano alla sua forma semplificata in quanto permette di risparmiare sui costi iniziali e di avviare la società con un iter burocratico più snello e meno complesso.

Aprire una SRLS: quali sono i vantaggi principali?

Tutti coloro che vogliono avviare un’attività professionale, commerciale e imprenditoriale possono scegliere di aprire una Srls. Questa forma societaria si presenta al quanto vantaggiosa soprattutto per alcuni dettagli che la differenziano da quella tradizionale, e che rendono più semplice l’iter burocratico rispetto a quello ordinario.

I principali vantaggi di una società a responsabilità limitata semplificata prevedono:

  1. L’assenza delle spese notarili. Infatti, anche se c’è sempre la presenza del notaio per la vidimazione dei documenti e per l’invio delle comunicazioni, non è necessario corrispondere al professionista nessuna parcella per quest’attività.
  2. Non bisogna redigere lo statuto. Lo statuto con i relativi articoli non dev’essere redatto, ma si presenta con un modello preimpostato da compilare solo con i dati dell’amministratore della società e degli eventuali soci.
  3. I costi iniziali sono ridotti in quanto non è necessario corrispondere l’imposta di bolla e la parcella del notaio.
  4. Un netto risparmio sul capitale sociale. Il capitale sociale per una SRL tradizionale dev’essere pari o superiore a 10 mila euro. Invece, per quanto riguarda la Srls il costo in questo caso va da 1 euro e può raggiungere al massimo i 9999,99 euro.
  5. Una procedura semplificata e veloce da seguire. Infatti, questa società prevede un iter burocratico semplificato che viene condotto completamente per via telematica ossia online.
  6. Si tratta di una società a responsabilità limitata. Questo vuol dire che in caso di future problematiche non ci sarà bisogno di preoccuparsi del proprio capitale personale. In quanto, la legge prevede che s’intacchi solo il patrimonio societario.

Tutti questi vantaggi portano sempre più persone a scegliere la SRL semplificata invece dalla Srl ordinaria.

Chi può aprire una SRL semplificata?

La SRL semplificata è una soluzione che possono adottare tutti coloro che si presentano come persone fisiche e non giuridiche. Dunque all’apertura non bisogna avere intenzione di aprire la srls con altri assetti societari come ad esempio una società di capitali o un’altra società di persone.

Una Srls può essere aperta dunque solo con soci che si configurano come persone fisiche. Se invece non si hanno soci è possibile semplicemente aprire la propria società come srls unipersonale quindi intestata in modo esclusivo al suo amministratore.

Quanto costa aprire una Srls?

L’apertura di una Srls richiede comunque dei costi da sostenere. Oltre ai soldi da utilizzare come capitale sociale che vanno da minimo 1 euro a massimo 9,999 euro è necessario anche pagare alcune tasse specifiche da versare all’apertura.

I principali costi previsti per una SRL semplificata prevedono:

  • Diritto annuale di CCIAA pari a 200 euro
  • Una tassa per la concessione governativa necessaria per la vidimazione libri sociali pari a 309,87 euro
  • Diritti per Deposito di Bilancio pari a 127,60 euro

Inoltre, è necessario corrispondere anche al professionista o alla società che si occupa dell’apertura della società una piccola parcella.

Oltre ai costi è necessario anche corrispondere obbligatoriamente le tasse per la conduzione dell’attività che sono identiche a quelle di una SRL tradizionale, quindi:

  • 4 rate da 900 euro circa per i contributi INPS
  • Onorario del commercialista tra i 1500 e i 2000 euro
  • Imposte annue pari a IRES sul reddito del 27,50% e IRAP del 4/5% sul valore aggiunto

Le tasse devono essere dunque corrisposte come per qualunque società e attività commerciale.